img-prodotti-serramenti

Skuretto

CARATTERISTICHE GENERALI >>

Skuretto è installabile in ogni tipo di serramento in alluminio, in PVC e in legno ed è applicabile su serramenti apribili sia ad anta sia scorrevoli, limitando al minimo l’impatto visivo dall’interno, in funzione alla larghezza del serramento.
I profili impiegati nella costruzione degli scuretti sono realizzati secondo le caratteristiche seguenti:

STRUTTURA PORTANTE >>

Formata da estrusi in lega di alluminio primario EN AW 6060, allo stato fisico T5 secondo norma EN 755.2(caratteristiche meccaniche) con carico unitario di rottura a trazione Rm=140-160 Mpa, allungamento A=8%, durezza Brinell HB=50-70 kg/mm2 e UNI EN 573-3 (composizione chimica).
I profili sono a sagoma tubolare con sedi per l’accoppiamento meccanico mediante viti in acciaio inox e sono opportunamente dimensionati per ottimizzare l’installazione degli accessori di manovra e garantire la stabilità strutturale.

SISTEMA A DOGHE APPESE MODULARI RIPIEGABILI >>

Il sistema a doghe modulari appese è realizzato con profili studiati appositamente che permettono un utilizzo per larghezze architettoniche che vanno da un minimo di 350mm ad un massimo consigliato di 3000mm, per una altezza massima di 2700mm senza rinforzi. E’ prevista la possibilità di occultamento delle doghe impacchettate nella spalla muraria. In presenza di serramenti adiacenti di diverse larghezze viene mantenuto invariato l’aspetto architettonico anche col variare del tipo di doga.
Come opzione è possibile l’applicazione del gruppo zanzariera che viene inserito nell’alloggiamento dei profili senza aumentare gli ingombri dei profili stessi.
Lo scorrimento e impacchettamento delle doghe appese è affidato a carrelli autolubrificanti/guida superiore e cursori in poliammide/guida inferiore, in combinazione con cerniere articolate continue facenti parte delle doghe stesse.
La chiusura del sistema Skuretto è assicurata da una spagnoletta in pressofusione di alluminio, asta in acciaio verniciato e griffe di chiusura superiore ed inferiore, con l’aggiunta di paletti inseriti nella tubolarità delle doghe intermedie che sono comandati dall’interno e che garantiscono una soluzione efficace contro l’effrazione.
Alle estremità delle doghe sono inseriti speciali fondelli in nylon per evitare eventuali suoni prodotti dal vento o nidi di insetti. Tutta la viteria utilizzata è in acciaio inox A2.

2.1-Fissaggio alle strutture murarie.
Il collegamento del sistema Skuretto alle strutture murarie consente il trasferimento di tutti i carichi di esercizio, delle azioni statiche, dinamiche e delle azioni termiche, senza che le deformazioni e dilatazioni proprie possano compromettere l'efficienza funzionale del sistema.
I telai vengono fissati alle strutture murarie tramite tasselli ad espansione ed al serramento con viti autofilettanti in acciaio inox.
Le sigillature esterne ed interne sono eseguite con resine a base di siliconi con i necessari fondogiunti.
Sono previste asole di drenaggio sul profilo inferiore onde evitare accumuli di acqua tra il serramento e lo scuretto.

TRATTAMENTO DI FINITURA >>

I trattamenti di finitura dei profilati possono essere eseguiti o per anodizzazione o per verniciatura.

3.1-Anodizzazione.
I trattamenti di finitura dei profilati possono essere eseguiti o per anodizzazione o per verniciatura.

3.1-Anodizzazione.
Il trattamento di anodizzazione è del tipo elettrolitico, realizzato mediante il sistema Sallox, con l'impiego esclusivo di pigmenti coloranti costituiti da sali minerali.
Tale trattamento, eseguito in conformità alle UNI EN 12373-1:2002 e UNI EN 12373-3:2000 rispecchia le prescrizioni Europee EWAA ed assicura la massima durabilità nel tempo.

3.2-Verniciatura.
Il trattamento di verniciatura viene eseguito in conformità alle norme QUALICOAT, con cottura a forno secondo il ciclo seguente:

3.2.1-Pretrattamento.
Le superfici vengono trattate per cicli successivi consistenti in: sgrassatura, decapaggio, fosfatazione, lavaggio in acqua demineralizzata.
Le varie fasi, eseguite in tunnel con procedure automatizzate, predispongono le superfici per l'ancoraggio dello smalto di finitura ed assicurano una efficace protezione anticorrosione.

3.2.2-Finitura.
Il trattamento di finitura, eseguito in conformità con il capitolato AAMA 603.7, consiste nella applicazione di vernici del tipo a polveri termoindurenti.
Il film di 60 micron minimo viene essiccato in forno alla temperatura di 190-200°C .